Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_cittadelmessico

Passaporti

 

Passaporti

PASSAPORTI

AVVISO IMPORTANTE

A CAUSA DELL'ELEVATO NUMERO DI RICHIESTE PERVENUTE E DELLA SOPRAVVENUTA CARENZA DI PERSONALE IN SERVIZIO PRESSO LA CANCELLERIA CONSOLARE, NONOSTANTE L'INCREMENTO DEL NUMERO DEGLI APPUNTAMENTI GIORNALIERI, IL TEMPO DI ATTESA PER L'OTTENIMENTO DI UN APPUNTAMENTO PER IL RILASCIO/RINNOVO DEL PASSAPORTO É ATTUALMENTE DI MINIMO 6 MESI. NELLO SCUSARCI PER IL DISAGIO, SI INVITANO I CONNAZIONALI A TENERE CONTO DI TALI TEMPI DI ATTESA ANTICIPANDO DI CONSEGUENZA LA PRENOTAZIONE.

 

Informazioni generali


Il Passaporto è un documento di viaggio e di riconoscimento che può essere rilasciato solo a chi è già cittadino italiano.
In Italia il suo rilascio è di competenza delle Questure. All'estero il suo rilascio è di competenza dell'Autorità Consolare.

In Messico l’unico ufficio abilitato al rilascio dei Passaporti è la Cancelleria consolare dell’Ambasciata d’Italia. I Consolati e Vice Consolati onorari ubicati nelle diverse Regioni del Paese collaborano con la Cancelleria consolare nella ricezione e trasmissione delle domande dei connazionali residenti in Messico.

A partire dal mese di aprile 2010 la Cancelleria consolare rilascia il nuovo passaporto elettronico “fase due” con impronte digitali e libretto a 48 pagine. Trattasi di un documento a norma europea, di durata decennale, con elevato livello di garanzia contro le contraffazioni e gli usi illegali. Per la rilevazione delle impronte digitali è richiesta la presenza fisica dell’interessato presso la Cancelleria Consolare dell’Ambasciata d’Italia a Citta' del Messico.

Non è più prevista la possibilità di rinnovo del passaporto. In caso di scadenza, esaurimento dello spazio disponibile per l’apposizione dei visti, furto o smarrimento è necessario richiedere l’emissione di un nuovo passaporto, sempre con validità decennale.

Tutti i passaporti già rilasciati nel passato mantengono la loro validità fino alla scadenza.

 

Passoporto per minori


A partire dal novembre 2009 non è più possibile iscrivere i minori sul passaporto dei genitori: tutti i minori devono essere muniti di passaporto individuale personale.

Il passaporto ha validità di tre anni per i minori di anni 3 e di cinque anni per i minori di anni 18. I minori fino a 12 anni sono esentati dall’obbligo di apporre la firma e da quello di rilevazione delle impronte digitali.

Per il rilascio di passaporti ai minori, è richiesta l’autorizzazione da parte di entrambi i genitori, che devono presentarsi personalmente (insieme o separatamente) presso la Cancelleria consolare dell’Ambasciata o il Consolato onorario di riferimento. I genitori devono presentare entrambi un documento d’identità in corso di validità e relativa fotocopia.

 

Passaporto per connazionali con figli minori


Per richiedere il proprio passaporto la persona che ha figli minori deve ottenere l’assenso dell’altro genitore, il quale deve presentarsi personalmente presso la Cancelleria consolare dell’Ambasciata o il Consolato onorario di riferimento e firmare il modulo d’assenso per il rilascio del passaporto. E’ richiesta la presenza dell’altro genitore anche in caso di separazione o divorzio.

 

Procedura per il rilascio del passaporto


Per il rilascio del passaporto è necessario compilare e firmare una domanda, che è possibile scaricare da questo sito internet (vedi sezione "Modulistica") o ritirare presso il Consolato.

Per la presentazione della domanda è necessario prenotare un appuntamento attraverso il sito di questa Ambasciata ed occorre presentare:
- un documento di identità italiano (con fotocopia) in corso di validità con fotografia; nel caso di primo passaporto italiano si puó presentare il passaporto messicano e la sua fotocopia.
- due fotografie uguali e recenti (3,5x4,00 cm, frontali, a colori con sfondo bianco);
- vecchio passaporto (se posseduto);
- in caso di furto o smarrimento originale della denuncia e fotocopia;
- il costo del rilascio del passaporto e’ di 73,50 euro, più il costo del libretto di 42,50 euro in contanti nel loro controvalore in Pesos (il valore varia ogni trimestre in base al cambio Euro/Peso) per il pagamento dei diritti consolari e della tassa annuale (non si accettano carte di credito né assegni).

Il giorno della presentazione della domanda si rilevano le impronte digitali e generalmente si stampa e si consegna il passaporto (salvo inconvenienti che possono sorgere durante l'analisi del fascicolo personale dell'interessato).

I connazionali residenti in Messico fuori dal D.F. possono completare la domanda e tutte le procedure previste per il rilascio del passaporto presso il Consolato o Vice Consolato onorario più vicino, il quale invierà a sua volta la documentazione per posta alla Cancelleria consolare dell’Ambasciata, il richiedente successivamente dovrà fissare un appuntamento attraverso il sito web dell’Ambasciata per il prelievo delle impronte digitali ed il ritiro del passaporto.

 

Cittadini non residenti


La stessa procedura sopra descritta deve essere seguita dai cittadini non residenti in Messico che abbiano la necessità di richiedere il passaporto per scadenza o esaurimento dello spazio disponibile per l’apposizione dei visti.

Per i cittadini non iscritti all’A.I.R.E., una volta presentata la domanda, la Cancelleria consolare dell’Ambasciata deve richiedere all’ufficio competente per luogo di residenza dell’interessato (Questura o Ufficio consolare) il nulla osta e la delega al rilascio del passaporto. Solo una volta autorizzata, la Cancelleria consolare potrà provvedere al rilascio del passaporto.
E’ sempre richiesto l’assenso dell’altro genitore nel caso di esistenza di figli minori.

 

Dichiarazione di accompagnamento del minore (in vigore dal 4 giugno 2014)


Dal 4 giugno 2014 la Cancelleria Consolare di Cittá del Messico, ove non si ricorra alla menzione sul passaporto, potrá emettere un'apposita attestazione contenente i dati riportati nelle dichiarazioni rese dagli esercenti la responsabilita' genitoriale o tutoria.

1. DICHIARAZIONE DI ACCOMPAGNAMENTO O MENZIONE SUL PASSAPORTO.
Qualora un minore di anni 14 viaggi non accompagnato da uno dei genitori o da chi ne fa le veci, il nome della/e persona/e a cui e' affidato e' indicato in una dichiarazione rilasciata da chi puo' dare l'assenso o l'autorizzazione al rilascio del passaporto, ai sensi dell'articolo 3, lettera a) della L. 1185/1967. Nella stessa dichiarazione gli esercenti la responsabilita' genitoriale o tutoria possono chiedere la menzione sul passaporto del minore o il rilascio di una attestazione, riportante i dati in essa contenuti.
Pur ritenendo preferibile la menzione sul passaporto, la scelta tra attestazione e menzione e' affidata agli esercenti la responsabilita' genitoriale o tutoria, salvo diversa indicazione, per giustificati motivi, degli uffici di cui all'art. 5 della L. 1185/1967.
Ferma la necessita' che sia indicato almeno un accompagnatore, e' lasciata alla valutazione degli istanti fornire il nominativo di due accompagnatori, i quali saranno tra loro alternativi.

2. MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE.
La dichiarazione di accompagnamento e' presentata agli uffici di cui all'art. 5 della L. 1185/1967 dagli esercenti la responsabilita' genitoriale o tutoria, che la sottoscrivono alla presenza del funzionario addetto.
La dichiarazione puo' essere anche presentata gia' sottoscritta, in tal caso e' necessario allegare una copia fotostatica non autenticata di un documento di identita'. La copia fotostatica del documento e' inserita nel fascicolo.
Deve essere autenticata la firma del genitore o del tutore cittadino di un Paese non aderente all'Unione Europea e non regolarmente residente in Italia.
Si ricorda inoltre che ai sensi dell'articolo 38, commi 1 e 3 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445 le istanze alla pubblica amministrazione possono essere inoltrate anche per fax o per via telematica.
E' rimessa alla valutazione degli uffici, di cui all'art. 5 della L. 1185/1967, la decisione se eventualmente richiedere, nel superiore interesse del minore, la presenza degli esercenti la responsabilita' genitoriale.

3. UFFICI COMPETENTI AL RILASCIO.
In linea con quanto previsto dall'art. 7 della L. 1185/1967, l'autorita' competente a ricevere la dichiarazione e' di norma quella preposta all'ufficio o alla rappresentanza all'estero nella cui circoscrizione risiede il richiedente.
Nel caso in cui la dichiarazione sia presentata ad un ufficio diverso da quello di residenza, il funzionario addetto dovra' informare l'ufficio competente dell'eventuale rilascio dell'attestazione o dell'apposizione della menzione sul passaporto, previa acquisizione delle necessarie informazioni sull'identita' degli esercenti la responsabilita' genitoriale o tutoria e del minore, ove ritenute necessarie.

4. LIMITI SPAZIO-TEMPORALI.
La validita' della dichiarazione e' di norma circoscritta ad un viaggio (da intendersi come andata e/o ritorno) fuori dal Paese di residenza del minore infra-quattordicenne, con destinazione determinata.
Il termine massimo di validita' della dichiarazione - entro cui devono essere ricomprese la data di partenza e la data di rientro - e' di 6 mesi, salva la possibilita' per l'ufficio competente di accordare un periodo piu' ampio in caso di motivata richiesta (es. affidamento del minore a istituto di cura o di formazione).
La validita' della dichiarazione non puo' comunque oltrepassare la data di scadenza del passaporto del minore.
Nel caso di viaggi che prevedono l'attraversamento di diversi Stati, spetta agli esercenti la responsabilita' genitoriale o tutoria valutare - sulla base delle modalita' del viaggio stesso - se indicare solo il Paese di destinazione finale o tutti i singoli Paesi visitati.

5. AFFIDAMENTO AD UN ENTE O AD UNA COMPAGNIA DI TRASPORTO.
Nel caso in cui il minore di anni 14 sia affidato ad un ente o ad una compagnia di trasporto, al fine di garantire la completezza e la leggibilita' dei dati relativi al viaggio, e' rilasciata unicamente l'attestazione redatta sulla base della dichiarazione resa dagli esercenti la responsabilita' genitoriale o tutoria.

 

EMERGENCY TRAVEL DOCUMENT (ETD)


Se vi trovate in Messico in una situazione di emergenza (ad esempio, da turisti in transito dovete ripartire ed avete smarrito o siete stati derubati del vostro passaporto) e non avete modo o tempo di richiedere l’emissione di un nuovo passaporto, la Rappresentanza consolare puo' rilasciare un documento provvisorio di viaggio (anche chiamato E.T.D. - Emergency Travel Document). E' un documento che vale solo per il vostro viaggio di rientro in Italia (o nel Paese dove risiedete stabilmente). Questo tipo di documento non permette di recarsi negli Stati Uniti e neppure di farvi transito.

I Consolati onorari non sono abilitati al rilascio dell’ETD, ma si limitano alla trasmissione delle domande di rilascio all’ufficio consolare di Citta’ del Messico ed eventualmente a consegnarvi il documento. Le spese di spedizione della documentazione da parte dell'ufficio consolare di seconda categoria e d'invio dell'ETD personalizzato da parte dell'ufficio consolare di prima categoria sono a vostro carico.

Cosa fare:
- Presentare denuncia presso le autorita’ locali (ricordarsi di inserire nella denuncia di furto/smarrimento l’eventuale furto/smarrimento anche della Forma Migratoria)
- Recarsi presso il Consolato piu’ vicino.

Da presentare:
- Denuncia di furto/smarrimento.
- Un documento d’identita’ in corso di validita’
.- Fotocopia del documento d’identita’.
- Se presente, copia del passaporto rubato/perso
- 2 fotografie (uguali, frontali, a colori, formato 35 x 40 mm)
- titolo di viaggio e copia.
- L’ETD ha un costo pari a € 1,34 (da versare in contanti presso il Consolato in valuta locale).

Stati Uniti d'America
Per informazioni sull'ingresso negli USA con il Visa Waiver Program, si consiglia di consultare i seguenti siti web:
www.cbp.gov/ESTA
http://italy.usembassy.gov/visa/esta/


74